keyboard_arrow_up

Al via la seconda parte di Forno Pubblico: il valore simbolico ed estetico del pane

Il progetto dedicato al mondo della panificazione promosso da Miele esplora il concetto di creatività legato al pane in chiave moderna, a partire da un utensile della tradizione, il timbro, realizzato con tecnologiche stampanti 3D. Il lancio con showcooking realizzato da Marco Bianchi è previsto per il 16 giugno al Miele Gallery di Milano.

Un contenitore di idee, di ingredienti e di sapere, in grado di riprendere il valore simbolico che il forno ha avuto nel passato, quando le famiglie vi portavano il proprio pane a cuocere e l’attesa costituiva un momento di socialità per la comunità. Un luogo di incontro attorno al tema della panificazione, dalla materia prima, alla filiera, fino allo sviluppo sociale che sta attorno a questo cibo alla base dell’alimentazione occidentale. Tutto questo è Forno Pubblico, il progetto a cui Miele ha dato vita all’interno del proprio Miele Gallery Milano a partire dallo scorso maggio e fino al prossimo ottobre.

Dopo un primo coinvolgente focus sulle origini del pane, dalla coltivazione degli ingredienti alla trasformazione della farina, il viaggio nel mondo della panificazione promosso da Miele giunge al secondo tema: la ‘Bread Experience’, che apre le porte ad un ciclo di eventi atti ad esplorare il valore simbolico ed estetico del pane, con un evento di lancio il 16 giugno presso il Miele Gallery con innovativi allestimenti e uno showcooking diretto da Marco Bianchi, il quale parlerà di ‘mangiare sano con una panificazione creativa’.

L’attenzione alla creatività e alla rappresentazione del pane, che si lega, tra l’altro, alle sue origini sociali e religiose, sarà il tema portante di interessantissimi eventi e workshop. Anche in questo secondo focus prevede alcune importante momenti di confronto tra esperti di pane e di estetica.

Il 24 giugno la foodblogger Paola Sucato si confronterà con il sociologo Francesco Morace sul tema del valore storico e simbolico del pane, mentre il 2 luglio Stefano Maffei, docente e autore di Food Mood, e il Dott. Perullo, docente di Estetica dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, parleranno del rapporto tra forma e gusto.

In occasione del lancio, Miele realizzerà presso lo showroom di Milano una reinterpretazione moderna di utensili antichi, ‘i timbri del pane’, con i quali ogni famiglia marchiava la propria pagnotta prima di cuocerla nel forno pubblico. Perfettamente corrispondente ai valori di Miele, la tradizione incontra la migliore tecnologia moderna e il timbro avrà una nuova vita grazie alle stampanti 3D progettati da TourDeFork con l'aiuto del FabLab OpenDot, che saranno fisicamente presenti nel Miele Gallery durante la serata del 16 giugno.

 

http://www.fornopubblico.com/